vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

I Programmi Adrion e Italia-Croazia: progetti per la macroregione adriatico-ionica

Un incontro in Sala VIII centenario per presentare al personale docente e ricercatore dell’Università di Bologna le opportunità offerte dai due programmi europei di cooperazione trasnazionale.

27/01/2016 dalle 14:30 alle 16:30

Dove Sala VIII centenario, Rettorato, Università di Bologna, Via Zamboni 33, Bologna

Aggiungi l'evento al calendario

Il nuovo quadro normativo europeo 2014-2020 promuove la cooperazione trasnazionale attraverso l’adozione di strategie macroregionali con l’obiettivo di uno sviluppo equilibrato e sostenibile di una specifica area geografica.

Adrion

E' il programma di Cooperazione Territoriale Europea (Interreg) dedicato all’Adriatico. Ha come obiettivo l’innovazione della governance e l’integrazione tra Stati membri e Paesi candidati. L’area di eleggibilità del programma coinvolge quattro Stati membri: Italia (costa adriatica e ionica, con l’aggiunta di Trentino Alto Adige, Lombardia e Umbria), Slovenia, Croazia e Grecia e quattro Paesi IPA (Albania, Serbia, Montenegro, Bosnia Erzegovina).

ADRION finanzia esclusivamente azioni di cooperazione fra le regioni coinvolte nel programma negli ambiti sotto indicati. Il primo bando, previsto a fine gennaio/inizio febbraio, sarà incentrato sulle priorità della Strategia Adriatico-Ionica (EUSAIR), vertendo quindi principalmente sul filone marino/marittimo.

Italia-Croazia

Approvato dalla Commissione Europea a dicembre 2015, costituisce il programma transfrontaliero fra i due Paesi membri. Il primo bando è previsto per l’estate 2016. Fra i quattro assi è presente, caso unico nella Cooperazione Territoriale Europea, il tema del ClimateChange, mentre gli altri tre assi sono coincidenti con i tre assi di ADRION. La dotazione finanziaria è sensibilmente superiore ad ADRION, mentre il territorio coinvolto è ridotto alle sole zone costiere dei due Paesi membri.

Programma dell'incontro e iscrizione

I programma della giornata è disponibile in allegato. La partecipazione è riservata al personale d'Ateneo.

Attenzione: registrazioni chiuse per raggiunta capienza della Sala.

Per maggiori informazioni:

Fondazione Alma Mater | Ivan Sgandurra | tel. 051 2091441 | i.sgandurra@fondazionealmamater.it