vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Dottorato di Ricerca in Alto Apprendistato

In convenzione con l’Area per la Ricerca e il Trasferimento Tecnologico dell’Ateneo, FAM promuove l’opportunità del Dottorato in Alto Apprendistato presso le più importanti aziende industriali e di servizi della Regione.
© Università di Bologna - 2013

Le principali caratteristiche dell’apprendistato di Alta Formazione e Ricerca

L’apprendistato per il conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca è una formula contrattuale finalizzata a favorire l’inserimento lavorativo di risorse a elevata qualificazione professionale, orientata a realizzare progetti di ricerca di interesse aziendale in collaborazione con l’Università.

Attraverso l’iniziativa Dottorati di Ricerca in Alto Apprendistato, le imprese possono assumere in qualità di apprendista un giovane laureato di età inferiore ai 30 anni, in possesso dell’idoneità o iscritto a un corso di dottorato, promuovendo al contempo un rapporto sinergico tra il mondo della ricerca e le aziende.

Il contratto di apprendistato per l’acquisizione del titolo di dottore di ricerca ha durata compresa fra i 24 e i 48 mesi e prevede un percorso formativo della durata di almeno 120 ore annue. Tale percorso, definito insieme dalle università e dalle imprese, è finalizzato all’acquisizione di competenze negli ambiti dell’innovazione tecnologica e organizzativa dell’economia delle imprese regionali, dovendo contribuire a implementare i risultati della ricerca e le attività di trasferimento tecnologico.

I vantaggi per i beneficiari

  • opportunità di incrementare la professionalità e le competenze mediante l’acquisizione di un titolo di studio universitario nell’ambito di un contratto di lavoro subordinato che, oltre ad assicurare l’applicazione di istituti e protezioni sociali, può proseguire come contratto ordinario a tempo indeterminato;
  • le parti possono recedere dal contratto in presenza di una giusta causa o di un giustificato motivo
  • i ridotti versamenti contributivi da parte del datore di lavoro non incidono sui trattamenti previdenziali spettanti all’apprendista.

I vantaggi per le imprese

  • costruire percorsi di inserimento secondo le proprie esigenze e fabbisogni di profili professionali;
  • condividere con l’Università l’articolazione e le modalità di erogazione della formazione;
  • beneficiare del contributo di un giovane altamente formato;
  • risparmiare sui costi del lavoro;
  • fruire degli incentivi contributivi, previdenziali e fiscali previsti dalla legislazione.

Il ruolo di FAM

La Fondazione - in coerenza con la sua mission di promuovere l’utilizzazione delle nuove conoscenze e la loro diffusione nella società, nonché lo sviluppo tecnologico e l'alta formazione tecnologica - attua un’approfondita azione di mappatura e sensibilizzazione del fabbisogno professionale delle aziende della Regione, contattandole e visitandole allo scopo di presentare l’opportunità dell’Apprendistato in Alta Formazione. Vengono organizzati incontri preliminari con i direttori dei corsi di dottorato e i responsabili R&D e HR delle società per definire il progetto di ricerca, da sviluppare all’interno di una partnership triadica azienda-dottore di ricerca-ateneo.

FAM gestisce inoltre il processo di recruiting e matching fra le aziende i potenziali candidati che hanno superato i concorsi di ammissione al dottorato, raccogliendo i curricula e occupandosi dei colloqui di selezione dei profili professionali.

Contatti

Bruno Cortesi

Area Ricerca e Innovazione

tel: +39 051 2091393

fax: +39 051 2091981

Riccardo Galletti

Area Ricerca e Innovazione

tel: +39 051 2091395

fax: +39 051 2091981